ll Grande Cammino del Monferrato ha come partenza Casale Monferrato ma abbiamo previsto un fuori cammino, una pagina dedicata a tracce aggiuntive che ampliano il nostro cammino.
Per chi arriva e decide di partire da Alessandria consigliamo il "Raccordo Cittadella - Lu Monferrato", con partenza dal centro della città attraversando la meravigliosa Cittadella fino ad arrivare alle prime dolci colline di Lu M.to.
Consigliamo invece tappa "Il Prologo Carentino - Mombaruzzo" per chi volesse per venirci a trovare in sede all' AC Ranch, Via case sparse,14 -15026 Carentino e ritirare la mappa e le credenziali.
Per chi invece volesse fare una piccola deviazione, nella tappa Lu M.to - Casale M.to, e per chi volesse rigenerare l'anima con silenzio e paesaggi mozzafiato, questa è la variante perfetta all'altezza di Terruggia.
Guarda la deviazione Terruggia - Cella Monte.
Ricordiamo che il percorso al momento non presenta segnaletica per cui consigliamo di seguire fedelmente i gpx e le descrizioni delle tappe. Per poter ricevere tutti i gpx chiediamo l’iscrizione alla nostra Associazione, il vostro contributo per noi è prezioso proprio per poter riuscire a reinvestire continuamente sul progetto e rendere Il Grande Cammino del Monferrato un cammino vero.
Con il vostro contributo pari a 10€ riceverete tutti i gpx del cammino compresi i fuori tappa e i gpx per le deviazioni, le credenziali da timbrare nei punti tappa, la tessera associativa ed entrerete a far parte della nostra grande famiglia.
È possibile con un contributo extra di 10€ ricevere il kit di benvenuto composto da uno zainetto e una t-shirt con il logo del Cammino.
IL PROLOGO: AC RANCH (CARENTINO) - MOMBARUZZO STAZIONE
Partenza: Ac Ranch
Arrivo: Mombaruzzo stazione
Lunghezza tappa: 11,63 km
Difficoltà: facile
Terreno: 90% sentieri , 10% asfalto
Tempo stimato: 2 h
Dislivello: 217 mt D+
Mtb: difficile il tratto nel bosco delle sorti
Lungo il percorso: Sentiero 001, Sentiero bosco delle Sorti, Raccordo con Il Grande Cammino del Monferrato
Eventi e sagre:
Mombaruzzo: fiera del tartufo 3°domenica di novembre – I percorsi del gusto 2°we di luglio
 
TAPPA 0_CARENTINO-MOMBARUZZO2.jpg
LA SEDE 
Tappa doverosa per conoscere la nostra sede e passare una fantastica notte immersi totalmente nella campagna monferrina. Noi la consigliamo come partenza o come deviazione obbligata. Qui all’ Ac ranch, inoltre, si possono organizzare gite a cavallo, gite in bici, in quad con possibilità di dormire e mangiare.
Potrete trovare tutto il nostro materiale, la nostra guida, una cartina, le credenziali e tutte le informazioni sul percorso.
Il tracciato inizia dietro il ranch, proprio alla fine delle ultime recinzioni dei cavalli, sale sulla collina da dove non è difficile scorgere caprioli e, arrivati sul crinale, lo si percorre per un paio di km tra vecchi cascinali abbandonati e boschi fino ad incrociare una strada asfaltata. Arrivati sulla strada si tiene la sinistra per circa 200 mt dove un incrocio indicherà di seguire la strada a dx. Una strada bianca dolce e regolare porterà fino alla “baracca” di caccia circondata da un bosco di vischio preso d’assalto nel periodo natalizio.
Attraversata la provinciale si entra nel meraviglioso bosco delle Sorti. Sembra un bosco magico, di colpo cambiano rumori e profumi. Si possono trovare castagne e funghi in abbondanza. Una stradina indica la via, attenzione dopo 500 mt ad una deviazione verso dx del sentiero che dopo essersi inerpicata spunta su una provinciale e su uno dei panorami più belli del Monferrato. Come in un quadro. Vallata totalmente aperta. Si possono scorgere Mombaruzzo, Maranzana, Quaranti, Castelletto Molina e Fontanile con il re di pietra (Monviso) sullo sfondo che ne fa da padrone. Attraversata la strada, un sentiero tra la vigne, che inizia proprio al fianco di un cascinale, conduce a Mombaruzzo stazione che trova il suo riconoscimento nella Cantina Sociale 3 Secoli. Dalla piazza girare a dx e dopo 200 mt si incrocia la tappa Acqui - Nizza.
RACCORDO: CITTADELLA DI ALESSANDRIA - LU MONFERRATO
 
Partenza: Lu Monferrato
Arrivo: Alessandria- Cittadella 
Lunghezza: 23 km
Difficoltà: facile, turistico
Dislivello: 300 mt D+
Terreno: 40% asfalto 60% strade bianche
Tempo stimato: 5 h
Mtb: facilissimo
Paesi incontrati: S. Salvatore Monferrato, Castelletto  Monferrato
Punto degustazione: Tenuta San Sebastiano De Alessi
Lungo il percorso: Raccordo con Il Grande Cammino del Monferrato
Eventi e sagre:
San Salvatore: Regionando 1°we di settembre, Sansapaloosa ultimo we di luglio
Alessandria: Aperto per cultura 1°venerdì di settembre, Gagliaudo tra i mercanti metà settembre, Capodanno Alessandrino 31 agosto, Festa di borgo  terzo we di Maggio
 
RACCORDO LU-AL2.jpg
DALLA CITTADELLA ALLE COLLINE 
Tappa che tende le braccia al Monferrato partendo dalla stupenda fortezza militare, la meglio conservata d’Europa, per arrivare nel balcone del Monferrato e del Grignolino.
Si parte all'interno del fossato della Cittadella, si segue il percorso fino all'uscita dalla porta opposta a quella di partenza, da qui percorrendo la parte esterna dei bastioni e svoltando a destra si raggiunge la statale la quale si percorre per circa 1km fino alla rotonda dove si svolta a sinistra e alla rotonda successiva a destra; da qui inizia il percorso, prima su strada asfaltata e poi su una strada di ghiaia, si attraversano campi che in primavera si colorano di diverse tonalità. Passati di fianco ad una cascina si svolta a destra dopo un sottopasso e costeggiando la ferrovia si giunge in prossimità della frazione Clorio, stupendo in aprile quando la fioritura della colza tinge le dolci colline di giallo. Appena letto il cartello Clorio si svolta a sinistra ed inizia una dolce e costante salita immersa in graziose villette di collina; così si giunge a San Salvatore Monferrato e percorrendo il viale alberato si scende verso Castelletto Monferrato. Da qui si lascia nuovamente l'asfalto mantenendo la destra e lasciando la strada che va verso la frazione di Giardinetto, si prosegue fino ad arrivare quasi alla piccola frazione di Salcido dove sgorga un'acqua carica di zolfo un tempo fonte termale che oggi si riduce ad un rigagnolo nel fosso. Qui si risale nuovamente fino a percorrere una bellissima dorsale dove a sinistra si apre una vista meravigliosa sull'alessandrino e a destra le colline e i vitigni a Grignolino, proseguendo si attraversa la statale per scendere nuovamente verso l'abitato di Borghina dove si incontra la Commedia della pentola e varrebbe la pena fermarsi per una degustazione di Grignolino e prodotti locali. Da qui la strada risale ripida fino a raggiungere il paese di Lu Monferrato, già accampamento romano, paese ricco di storia e dove si può ammirare una vista a 360 gradi sulle colline circostanti.
DEVIAZIONE A: TERRUGGIA - CELLA MONTE
Partenza: Terruggia
Arrivo: Cella Monte belvedere, Cascina La Ca' Nova
Lunghezza tappa: 9,09 km
Difficoltà: facile
Terreno: 50% asfalto 50% strade bianche
Dislivello: 330 mt D+
Tempo stimato: 1.30 h
Mtb: è difficile salire nella vigna, possibilità di proseguire su strada
Paesi incontrati: Rosignano
Punto degustazione: Cinque Quinti
Lungo il percorso:
731 – 754 – 726, raccordo Tappa 1 Casale M.to – Cereseto
Eventi e sagre:
Rosignano: Grignolino sotto le stelle San Lorenzo - vendemmia in arte 1°we di ottobre
Cella Monte: sagra del tartufo bianco della val Ghenza 1°we di novembre - jazz refound ultimo we di giugno
Castello di Uviglie: Golosaria fine marzo
 
DEVIAZIONE TERRUGGIA-CELLAMONTE2.jpg
IL TAGLIONE DELLA VAL GHENZA
 
Per chi non amasse la città, per chi volesse rigenerare l'anima con silenzio e paesaggi mozzafiato, questa è la variante perfetta.
All'altezza di Terruggia, al posto di proseguire per Sant’Evasio - Casale si prende la deviazione per Rosignano. Qui si apre una vallata aperta meravigliosa. Si può seguire la strada asfaltata molto morbida, ricca di curve e poco trafficata o tagliare il tutto a metà con un sentiero. Entrambi spuntano al castello di Uviglie, posto perfetto per una pausa degustazione.
Di fronte si trova un quadro, Rosignano e Cella Monte i protagonisti. Si passa accanto a Rosignano e si prosegue su Cella Monte, uno dei borghi più belli d’Italia. Una lunga sosta ci permette di scoprire angoli nascosti di questo meraviglioso borgo tra i suoi infernot e l'Ecomuseo della pietra.
Raggiunta la cima del paese, dove capeggia un punto panoramico con la sua chiesetta, si prosegue la strada per 500 mt dove si può trovare la deviazione per Sala Monferrato.

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.