3°TAPPA: MURISENGO - MONTECHIARO D’ASTI
 
Partenza: Piazza della Vittoria, Murisengo, AT
Arrivo: Piazza della Pace
Lunghezza tappa: 21.3km
Difficoltà: facile
Terreno: 70% strade bianche, 30% asfalto
Dislivello: 630 mt D+
Tempo stimato: 4-5 h
Mtb: il bosco per salire su Montiglio è poco pulito
Punto degustazione: Cascina San Nazario
Paesi incontrati: Montiglio - Cunico - Cortanze
Lungo il percorso: 302, 301, SVC, 
Eventi e sagre:
Murisengo: sagra nazionale del tartufo trifola San Martino
Montiglio: fiera regionale del tartufo ad ottobre
Cunico: sagra dello gnocco a ferragosto
Cortanze: sagra dell’agnolotto a ferragosto
TAPPA 7_MURISENGO-MONTECHIARO D'ASTI2.jp
CASTELLI E COLLINE SACRE
 
Mettendosi alle spalle l'imponente castello di Murisengo ci si avvia lungo la Superga-Vezzolano-Crea (SVC) per circa 3 km. Si lascia il paese e dopo 200 mt si prende la deviazione sulla dx che porta su una strada sterrata di fondo valle parallela alla provinciale. Dopo un paio di km si prende una deviazione sulla sx che passa morbida tra cascine dove si vedono i primi pascoli, costante della tappa, della pura razza bovina piemontese. Trovato l'asfalto si volta a sx e dopo un centinai di metri ci si trova davanti ad un bivio. Si deve girare a sx e dopo poco prendere la strada bianca ghiaiata sulla dx. Si prende la discesa che passa tra un maneggio ed il lago artificiale di Cadona. Si gira a dx e dopo 300 mt si trova un sentiero sulla sx. Il sentiero non è pulito e bisogno passare nel campo confinante, per rientrare nel sentiero 100 mt più avanti. In cima si gira a dx e si entra a Montiglio, il paese delle meridiane. Paese ricco di storia con il castello che troneggia. Nella piazza si trova anche un’area sosta camper. Si gira a dx e una strada bianca porta a fondo valle dove la passeggiata diventa piacevolissima. Incrociata una provinciale asfaltata si gira a dx e una serie di noccioleti accompagnano fino al paese di Cunico. Arrivati in paese alcuni cartelli turistici curati dall'eco museo del Monferrato astigiano ricordando di quanto il territorio circostante sia circondato da chiese romaniche. Si lascia il paese e si arriva all'altezza del cimitero da qui si prosegue a sx rimanendo su una strada bianca per circa un km e mezzo. All'altezza di una vecchia stazione dismessa si segue la strada a dx e si possono seguire due strade: o la strada bianca, che termina in una cascina privata o seguire i binari della ferrovia fino all'altezza della cascina per poi riprendere il percorso. Le tartufaie ci accompagnano per altri 2 km, poi una deviazione sulla sx tra i pascoli porta ai piedi di Cortanze. Si incontra il sentiero 301 e si attraversa il paese con la fiabesca piazzetta ai piedi del castello. Una deviazione sulla sx porta al sentiero 302 , verso Montechiaro d'Asti ,si prende una strada sterrata che attraversa campi e boschetti fino al paese di Montechiaro, appena entrati si svolta sulla sinistra in direzione Pieve San Nazario e del nostro punto tappa.In prossimità del pilone S. Antonio abate si torna indietro sulla strada principale verso la cittadina.